Loading...

La Puglia Creativa – un trend in crescita costante, lo confermano i dati del rapporto “Io sono cultura 2019” presentato il 20/6/19 a Roma




Presentato a Roma, al MIBAC, il rapporto “Io sono cultura 2019 – l’Italia della qualità e della bellezza sfida la crisi” redatto dalla Fondazione Symbola e Unioncamere. Una fotografia del sistema produttivo fondato non solo sulla produzione culturale ed il patrimonio storico ma anche sulla capacità, tutta italiana, di trasmettere cultura e bellezza nelle produzioni.

industria culturale e creativa è una delle protagoniste dell´economia del XXI secolo e in questo l´Italia ha un vantaggio competitivo dovuto al suo straordinario patrimonio storico, artistico, archeologico di cui dobbiamo avvalerci a pieno.  Cultura e Creatività generano un’economia virtuosa che potremmo definire della bellezza in grado di valorizzare territori, specializzazioni, tecniche, capacità, identità culturali brandizzandole e portandole oltre i confini nazionali ed europei, così generando ricadute positive in ogni settore ed ingenerando processi di innovazione.

I dati del rapporto: Quanto vale in Italia il sistema produttivo culturale e creativo?

Un sistema che cresce e che è capace di generare il 6,1% della ricchezza nazionaleoltre 95 miliardi di euro, con una crescita del 2,9% rispetto all´anno precedente ed un effetto moltiplicatore sul resto dell´economia: per ogni euro prodotto in cultura se ne attivano 1,8 in altri settori. Un sistema che dà lavoro al 6,1% degli occupati, con un tasso di crescita dell´1,5% - superiore alla dinamica del complesso dell´economia che si ferma allo 0,9%.

E la Puglia?

Continua a crescere l’economia della cultura e della creatività nella nostra regione. Rispetto ai dati 2017, presentati da Puglia Creativa lo scorso 10 maggio, il rapporto evidenzia un incremento sia in termini di PIL che di dinamiche di crescita ed occupazione: il sistema produttivo legato alla cultura e alla creatività genera 2,9 miliardi di euro annui, pari al 4,2% dell’intera economia regionale, con una crescita rispetto all’anno precedente del 4%, un tasso doppio rispetto alla media nazionale. Dà lavoro a 60.000 lavoratori pari al 4,3% sul totale dell’economia regionale registrando una crescita del 3,7% - più del doppio del tasso medio nazionale.

Un dato spicca tra tutti, osservando gli ambiti settoriali e le specializzazioni territoriali nella comunicazione la Puglia è terza (15,6%), alle spalle di Lazio (17,4%) e Lombardia (17,4%). 

Dati incoraggianti che confermano come la strategia regionale e gli sforzi del Distretto Produttivo Puglia Creativa, finalizzati alla creazione delle condizioni per lo sviluppo ed il consolidamento delle imprese pugliesi, vadano nella direzione giusta.