Loading...

Puglia Creativa: Le imprese culturali e creative fanno rete e con il Progetto C.H.E.R. vincono il Bando Innonetwork per € 900.000,00.

Dai workshop di approfondimento organizzati da @PugliaCreativa sul bando regionale “Innonetwork” sono nati network ed idee progettuali come CHER.  Cinque delle dieci imprese che costituiscono il partenariato del Progetto CHER, classificatosi diciottesimo tra i 121 progetti candidati ed i 56 ammessi, sono socie del Distretto Puglia Creativa che tra i suoi obiettivi vanta: fare rete, favorire la nascita di network, condividere informazioni, formare, internazionalizzare e professionalizzare le imprese. Molti di questi obiettivi sono stati raggiunti come dimostra l’ottimo risultato ottenuto dalla rete di imprese culturali e creative costituita per il Progetto CHER - Bando Innonetwork. 

Il Progetto C.H.E.R. che vede capofila la ns Socia IMAGO cooperativa sociale in partenariato con i ns Soci Archeologia Ricerca e Valorizzazione Srl - A.R.Va; Società Cooperativa Coolclub; INSYNCHLAB Società Cooperativa a.r.l. e BIG SUR Società Cooperativa a r. l.; e partner Lisari Srl; Net7 Srl; Fotograficamente Srl; La Grecìa Salentina Servizi società cooperativa sociale; Centro Unico di ateneo per la Gestione dei Progetti di Ricerca e il Fund Raising, intende realizzare la:

  • Creazione di un insieme di conoscenze e competenze avanzate e specialistiche relative all’applicazione di tecnologie innovative nella promozione e valorizzazione di beni culturali e artistici, quali la creazione di contenuti e scenari ricostruiti virtualmente ed esplorabili attraverso le più avanzate e diffuse tecnologie VR (Virtual Reality) e touchable video.
  • Sistematizzazione di un complesso di dati raccolti mediante ricerche storiche, bibliografiche, d’archivio, iconografiche e sul campo.
  • Definizione di una metodologia innovativa per la creazione di contenuti basata su un modello di Digital Storytelling modulare e integrato con tecnologie che abilitino la fruizione immersiva, orientata a rafforzare l’engagement dell’utente verso i contenuti e la narrazione, grazie anche all’implementazione di un sistema strutturato di gamification.
  • Ideazione di una narrazione originale basata sui contenuti ed i paesaggi ricostruiti (anche sonori), che integri le opportunità di movimento e di interattività consentite dalle tecnologie VR, gaming e touchable, nell’ottica di massimizzare il coinvolgimento dell’utente.
  • Realizzazione di una applicazione pilota che possa dimostrare ad un pubblico vasto i benefici del framework CHER e le sue potenzialità.
  • Elaborazione di un set di indicatori, lesson learned e best practice che semplifichino la scalabilità dei risultati in piccole realtà museali e ne abilitino la replica anche in contesti completamente diversi.
  • Sviluppo di un catalogo di contenuti digitali strutturati e correlati, che abiliti un metodo innovativo ed ordinato per il recupero, la gestione ed il riutilizzo del patrimonio culturale digitalizzato.

La valutazione ed il finanziamento ottenuto dal progetto, dimostrano l’attenzione delle istituzioni nei confronti del settore delle imprese culturali e creative riconosciute motore dell’economia, generatori di benessere sociale di ricadute positive sul territorio in termini economici e di nuovi posti di lavoro, pronte all’innovazione, a fare rete, a tutelare, promuovere e valorizzare l’arte, la cultura, la storia, i beni ed i territori.