Loading...

CONSORZIO TEATRO PUBBLICO PUGLIESE

Stagione di transizione, momento di analisi, riflessione e razionalizzazione. Il Teatro Pubblico Pugliese quest’anno, infatti, ha continuato il lavoro a servizio delle amministrazioni socie, sta concludendo le attività previste con i fondi FSC, ha avviato nuove progettualità IPA Adriatic, ma soprattutto sta riprogrammando le attività regionali per le prossime annualità.

È fondamentale, infatti, dare una prospettiva al lavoro svolto nell’ambito regionale. In questi anni abbiamo lavorato a pieno ritmo e contribuito a sviluppare assieme all’Ente Regionale un sistema pugliese dello spettacolo da vivo, intervenendo per lo più sulle emergenze, adottando come obiettivo principale quello di fare tutto il possibile con le risorse disponibili e sui bisogni che i diversi settori culturali richiedevano. L’attuale Amministrazione Regionale vuole adottare le buone pratiche più efficaci usate sinora e metterle a sistema, razionalizzando le risorse e aggiornando le attività sui bisogni.

Dal 2008 con l’affidamento da parte della Regione Puglia dei primi fondi europei, il TPP ha dato esempio di efficienza con attività come la Biennale dei Giovani Artisti o la creazione e coordinamento della rete di Teatri Abitati. Dal 2010 si sono andati strutturando gli interventi più corposi, con regolarità delle linee di intervento messe a disposizione: Teatri Abitati ha avuto una nuova veste, sono nati il progetto Puglia Sounds, le attività di Internazionalizzazione e di valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali. Queste sono alcune delle azioni “sperimentali” che si sono trasformate negli anni in esempi virtuosi e che potranno confermare l’esperienza positiva pugliese. Se si guarda ad un’evoluzione e razionalizzazione degli interventi più virtuosi, ad esempio, penso alla Rete dei Festival che negli anni ha integrato le attività dei privati in un collettore pubblico: sicuramente si potrà spingere ancor più il coordinamento regionale, mettendo insieme pubblico e privato, declinando tempi e periodi, con l’obiettivo di incidere ancor più sulla destagionalizzazione dei flussi turistici. In questo momento siamo, quindi, al lavoro con l’Amministrazione Regionale per la nuova programmazione: è in cantiere il Piano Strategico della Cultura per dare nuovi obiettivi di evoluzione all’intero sistema pugliese, ed un progetto per la diffusione della Lettura e del buon leggere in Puglia.

Grande soddisfazione quest’anno dalle stagioni pugliesi, mission primaria del TPP: 76 cartelloni, attività collaterali e approfondimenti di formazione del pubblico. Ottimo risultato ha avuto la proposta sui territori delle stagioni multidisciplinari in cui si alternano spettacoli di prosa, danza, musica e teatro ragazzi: appuntamenti di musica più che duplicati nel giro di due anni, teatri sold-out, incremento di quasi il 10% degli spettatori totali confermano il TPP come punto di riferimento per un’offerta ricca e variegata, di qualità.

Continuano, inoltre, le attività strategiche dell’Area Adriatica e con il resto d’Europa: si è concluso l’articolato progetto strategico Italia-Grecia I.C.E. e si avvia un nuovo progetto IPA Adriatic, AdriaWealth, con partnership integrate; continua il progetto Corners, che con l’illuminato coordinamento di Chris Torch mette in contatto gli angoli più remoti d’Europa in produzioni artistiche; si rinnovano le collaborazioni su particolari bacini territoriali, come ad esempio il SAC Mari tra le mura, o con grandi enti di spettacolo, come nel caso di Legalitars. Insomma, la vocazione del TPP al lavoro di sistema, mette insieme Amministrazioni Socie, luoghi e professionalità declinati nei diversi ambiti della Cultura con risultati tangibili e un’efficacia riconosciuta in Italia ed all’Estero.

Contatti:

Via Imbriani , 67 - 70121 Bari
tel. +39 080 558 01 95
fax +39 080 554 36 86

e-mail: tpp@teatropubblicopugliese.it

www.teatropubblicopugliese.it